Latte vegetale

I differenti tipi di latte di origine vegetale non contengono lattosio e sono dunque adatti per chi è intollerante a questa sostanza oppure per tutti quelli che hanno scelto di seguire una dieta alternativa. Il loro colore è simile a quello del latte vaccino, ma le loro caratteristiche e – soprattutto – il loro gusto sono molto diversi. Negli ultimi tempi sono sempre più diffusi, per questo è facile trovarli nei supermercati accanto al “comune” latte di mucca a lunga conservazione.

Se non li conoscete, o non li avete mai assaggiati, eccovi i sei tipi più diffusi.

Latte di soia
Di origine asiatica, il latte di soia viene estratto dall’omonimo legume. In commercio si trova sia al naturale, sia aromatizzato come drink pronto. Si può utilizzare anche nella ricette di torte.

Latte di riso
Si estrae dai chicchi di riso macinati e lasciati a fermentare. Si può utilizzare per realizzare una besciamella senza lattosio e all’interno di impasti per dolci da forno, come biscotti.

Latte di avena
Realizzato con l’omonimo cereale, questo latte è conosciuto soprattutto per il suo ridotto contenuto calorico.

Latte di cocco
Fatto con la polpa del cocco addizionata con acqua, questo latte viene generalmente venduto all’interno di piccole lattine nei negozi specializzati in alimenti etnici. Ampiamente utilizzato in Asia anche per le ricette di piatti salati, si consiglia di provarlo all’interno di impasti per plumcake o muffin. Saprà dare un profumo e un sapore esotico a qualsiasi dolce.

Latte di mandorla
Per prepararlo le mandorle vengono tritate, fatte macerare in acqua e poi spremute. Il latte di mandorla zuccherato è una bevanda molto amata nel sud Italia. In Sicilia è alla base della tipica granita alle mandorle. Se volete servirlo come drink rinfrescante durante una merenda, tenetelo per qualche ora in frigorifero. Presentato in capienti bicchieri, sarà l’ideale accompagnamento per una porzione di dolce fatto in casa.

Latte di nocciola
Il latte di nocciole è una bevanda vegetale che si ricava dal frutto del nocciòlo. Le nocciole sono frutti ricchi di sali minerali. Dopo le mandorle, le nocciole sono sono il frutto con il più alto contenuto di Vitamina E che ha un’importante funzione antiossidante per l’organismo, aiutando a contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento. Le nocciole sono inoltre ricche di grassi monoinsaturi, capaci di abbassare i livelli di “colesterolo cattivo” e trigliceridi nel sangue e di fitosteroli, molecole che svolgono un importante ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Il consumo di latte di nocciole è indicato per chi deve tenere sotto controllo il colesterolo o per chi ha bisogno di un aiuto per rinforzare le ossa e il tessuto muscolare. Il latte di nocciole è indicato anche in gravidanza e durante l’allattamento poiché ha un elevato contenuto di acido folico.

Come si vede dalle foto, ognuno di questi latti vegetali, ha un bel colore gradevole, si presenta invitante nel bicchiere, con una bella consistenza, al pari del più famoso latte di mucca, che, ricordiamolo, è un ottimo nutrimento per bambini, anziani, adulti e sportivi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Be Sociable, Share!